La Cantina di nonno Antonio

La “caneva” scavata dal nonno Antonio era un angusto locale di soli ventiquattro metri quadrati. Fu un lavoro che gli richiese un’intera estate. All’interno della sua cantina mise due botti in legno, da 12 e 8 ettolitri.  Solo dopo qualche anno riuscì a costruire due vasche di cemento, da 21 e 23 ettolitri, col chiusino 

Continue Reading…