La Cantina – Com’è fatta

«Il punto di partenza è sempre la tradizione che viene poi destrutturata, ricostruita, aggiornata.» Fernanda Gattinoni

Posta ai piedi delle colline a Monteforte d’Alpone, la cantina della famiglia Tessari, è operativa dal 2007. La struttura è un ideale connubio tra funzionalità e tradizione.

Suddivisa in tre piani, la cantina accoglie in sé tutte le fasi produttive, dalla vinificazione alla commercializzazione.

Al piano terra, troviamo l’area di raccolta dell’uva, di pigiatura e le vasche di fermentazione e vinificazione. I serbatoi sono interamente in acciaio e dotati di piastre di raffreddamento che permettono di controllare la temperatura durante tutte le fasi della vinificazione. Qui avviene anche l’imbottigliamento e lo stoccaggio delle bottiglie.

La parte più all’interno, scavata ai piedi del monte, permette di mantenere i vini ad una temperatura costante per tutto l’anno. Nella stessa zona, troviamo un angolo dedicato alle vecchie annate e al wine shop.

Salendo l’imponente scala, facciamo una pausa per degustare i vini ed apprezzare i prodotti del territorio in un clima di interesse e convivialità.

Il secondo piano infine, è studiato per l’appassimento delle uve destinate alla produzione del Recioto. Un’esigua produzione, che avviene con la disidratazione dei grappoli accuratamente selezionati nel mese di settembre e pigiati nel mese di febbraio.

La disposizione delle finestre consente un naturale passaggio dell’aria proveniente dalla collina del Magnavacche alle spalle della struttura. La sala giova così dei naturali flussi d’aria che si creano tra pianura e collina, garantendo un appassimento lento e assolutamente naturale.

Tratti moderni e ricercati, sottolineano la cura per i particolari e tecnologie attentamente selezionate permettono di lavorare nel pieno rispetto del vitigno e delle sue caratteristiche.